Walter Mazzitti

Walter Mazzitti, avvocato, è Consigliere giuridico per Ambiente, Energia e Beni Culturali presso il Dipartimento per gli Affari Giuridici e Legislativi della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Nel settore delle risorse idriche la sua attività si caratterizza per un impegno trentennale, a livello nazionale e internazionale, nella promozione di politiche innovative in tema di gestione delle risorse idriche: è stato presidente della prima autorità nazionale sull’acqua, presidente della Commissione Interministeriale per la politica dell’acqua nel Mediterraneo, Capo della Task Force Europea sull’acqua nel Processo di Pace in Medio Oriente. Rappresenta il Governo italiano in Conferenze internazionali.

In campo ambientale è’ stato presidente del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga (2000-2005). Ha recuperato borghi abbandonati realizzando innovativi modelli di valorizzazione. Nell’area protetta ha  promosso la istituzione di una rete museale di ben  23 ecomusei dotati di innovativi strumenti tecnologici per la didattica. Ha coordinato la realizzazione di Piani di Gestione Territoriali. Ha promosso la istituzione e realizzazione di aree protette regionali in Italia e all’estero E’ stato consigliere di Ministri dell’Ambiente in diversi Governi. Ha rappresentato il Governo italiano in Conferenze Internazionali.

Nel settore dei Beni Culturali è stato Presidente di Archeoclub d’Italia Onlus (1989.2007). In tale veste ha promosso negli anni molteplici attività promozionali che hanno contribuito ad accrescere la sensibilità e l’attenzione dei cittadini verso il patrimonio culturale del Paese. Ha promosso progetti, sostenuti da innovativi strumenti di comunicazione che hanno anticipato strategie, soluzioni e modelli gestionali del patrimonio culturale nazionale. Ha promosso la costituzione di musei  e parchi archeologici locali e nazionali. Ha promosso studi e progetti per la sperimentazione e la realizzazione di nuovi modelli gestionali del patrimonio storico-artistico. Ha lanciato campagne nazionali per la Valle dei Templi di Agrigento, Pompei e il rientro di opere d’arte in Italia. 

Il 27 dicembre del 2015 il Presidente della Repubblica gli ha conferito l’onorificenza di Grande Ufficiale al merito della Repubblica italiana per i suoi alti meriti nei settori delle risorse idriche e dell’ambiente, dei beni culturali e del turismo.